Tutto quello che avreste voluto sapere sul gdr di the Witcher (ma non avete mai osato chiedere)

La notizia bomba di questi giorni è stato l’annuncio dell’uscita in italiano del gdr di the Witcher. A curare l’edizione italiana sarà la Need Games che ha già portato in Italia 7th Sea e Avventure nella Terra di Mezzo.

Com’è sarà questo gdr? Sul blog dell’autore ci sono le sue riflessioni che vi riassumerò brevemente. Questa perciò non è una recensione anche perchè da ora all’uscita del gioco potrebbero cambiare molte cose…

Il regolamento si baserà sul fuzion, un sistema che “fonde” due regolamenti precedenti, l’interlock, motore di Cyberpunk 2020 e the Hero system, motore di Hero, un gdr supereroistico.E morì con un manuale in mano 4

Le caratteristiche hanno un valore da 1 a 10 e così anche le abilità. Quando si vuole fare un azione si fa caratteristica+abilità+tiro del dado (di solito 1d10) cercando di superare il valore di difficoltà.

Ci saranno 4 razze

  • gli umani
  • gli elfi, ottimi nelle terre selvaggie e abili arcieri ma odiati dalle altre razze
  • i nani, forti e robusti, abili nel valutare gli oggetti
  • i Witcher, razza di super soldati, temuti da tutti.

Altre razze saranno disponibili in supplementi successivi.

Tutto quello che avreste voluto sapere sul gdr di the Witcher (ma non avete mai osato chiedere) 2e 9 classi

  • Il bardo, abile intrattenitore e animale sociale capace d’influenzare le menti altrui
  • l‘artigiano, capace di creare armi ed armature oltre a preparare pozioni o potenziare le armi
  • il criminale, capace di entrare in ogni luogo anche il più protetto, uccidere senza farsi scoprire e comandare gang criminali.
  • il dottore, che può accellerare la cura delle ferite o infliggere ferite maggiori grazie alla sua conoscenza dell’anatomia
  • il mago, perseguitato per i suoi poteri ed abile manipolatore che utilizza le sue magie per avere vendetta.
  • il mercenario, esperto combattente che può prevedere le mosse del nemico, attaccare in maniera devastante e eliminare il suo nemico anche da lunghe distanze.
  • il mercante, abile contrattatore. può trovare i punti deboli di armi ed armature oltre a scovare oggetti a prezzi più bassi.
  • il prete, può utilizzare antichi rituali di sangue per entrare in comunione con la natura, curare i feriti e annientare gli infedeli con il sacro fuoco.
  • per finire chiaramente il Witcher con le sue capacità combattive, le pozioni mutagene e la magia.

L’autore ha specificato che il witcher sarà molto raro. In un gruppo ci potranno essere uno o al massimo due di loro. Perciò hanno cercato di rendere le altre razze-classi interessanti. 

I life path

Chi ha giocato a Cyberpunk 2020, si ricorderà dei life path, una serie di tabelle che fornivano in maniera semi casuale il passato del personaggio, creando sottostorie e contatti che sarebbero entrati poi nel gioco. Anche the Witcher avrà una serie di tabelle che partiranno da

  • luogo di nascita che fornirà un bonus su una specifica abilità
  • status della tua famiglia
  • eventi negati della tua famiglia: potebbero essere stati uccisi da un mostro oppure avere dei debiti,etc. All’evento sarà legato una sottoquest che se risolta fornirà px extra.
  • quanti parenti hai. potranno essere utilizzati come sostituto del tuo pg se dovesse morire.

Dopo questa tabella ci sarà un ulteriore tabella per determinare eventi sia positivi che negativi accaduti al tuo pg. Particolare cura ci sarà per la tabella dei witcher che sarà completamente differente dalle altre con un sistema “alto rischio-alte ricompense”. Il giocatore potrà decidere di rischiare di più sul tiro della tabella, ottenendo grossi vantaggi così come pesanti perdite.

Tutto quello che avreste voluto sapere sul gdr di the Witcher (ma non avete mai osato chiedere) 1Il combattimento

CD Projekt è stato chiaro nel pretendere che il combattimento fosse mortale e sporco. Gli autori hanno lavorato a un sistema molto dettagliato per evitare il tipico effetto “attacco, colpito, 10 danni”. Ci saranno una serie di manovre sia di attacco che di difesa. L’autore fa alcuni esempi:

  • attacco veloce. Ne potrai fare due a turno anche su bersagli differenti
  • attacco pesante. Invece di due attacchi rapidi puoi puntare a un unico attacco che farà però il doppio del danno.
  • colpo di pomello per stordire temporaneamente l’avversario.
  • spazzare l’avversario per buttarlo a terra..
  • disarmare
  • afferrare
  • lanciare un avversario afferrato
  • strangolare un avversario afferrato
  • inchiodare un avversario afferrato.

Le manovre difensive saranno

  • schivare
  • parare
  • bloccare
  • riposizionarsi per avere vantaggi nella manovra successiva

Le ferite saranno “realistiche” con un tabella dei critici che permetterà di infliggere non solo punti danno ma anche spaccare denti, far sanguinare l’avversario, accecare, etc. Diventeranno perciò fondamentali avere dottori, maghi o preti per stabilizzare queste ferite.

Tutto quello che avreste voluto sapere sul gdr di the Witcher (ma non avete mai osato chiedere)La magia e le pozioni

Le note parlano poco della magia, probabilmente per le notevoli difficoltà che comporta per cui gli autori non hanno voluto sbilanciarsi troppo. Si sa solo che ci saranno “Numerosi Incantesimi e Invocazioni, integrati in un sistema magico che abbraccia la natura caotica e pericolosa della magia presente in The Witcher” oltre che a un sistema di crafting per le pozioni.

L’ambientazione

é stato specificato che un ambientazione così complessa e vasta non potrà essere racchiusa nel solo manuale base in cui ci sarà una breve introduzione del mondo, i mostri principali e le schede dei png più importanti oltre naturalmente alle regole del gioco, compreso l’equipaggiamento. L’ambientazione parte prima degli avvenimenti di The witcher 3 per cui ci saranno delle note per aiutare i master a personalizzare l’ambientazione.

In generale si è puntato più a rendere l’atmosfera dei romanzi rispetto ai videgiochi: i mostri saranno più rari ma potenti così come gli oggetti.

P.S

Avrete notato che a Dicembre, il blog ha avuto grossi problemi tecnici ma grazie all’aiuto dell’assistenza di altervista, sono riuscito a risolverli tutti.

Ti è piaciuto l'articolo?
Seguici su Facebook!

Seguici su Twitter !

5 Comments

  • Sono interessato da questo gioco, ma anche un po’ preoccupato. In particolare il problema che in un GdR su The Witcher tutti vorranno fare il Witcher e le altre classi saranno considerate un triste ripiego.
    Poi mi puzza molto di “D&D con…”: non c’è niente di male in sé e per sé, ma questa non è un’ambientazione ma un gioco, quindi mi aspetto qualcosa di diverso.
    Infine mi lascia perplesso “il combattimento fosse mortale e sporco”. Ok, in The Witcher il videogioco la mortalità era alta, ma potevi ogni volta ricominciare con lo stesso PG; in un GdR non c’è la “saved room” e ciò tende a creare situazioni ben poco realistiche nel mondo (è morto il 243° Geralt di Rivia avanti il 244°).

    Ciao 🙂

    • Io personalmente avrei preferito un gdr in cui si giocava il witcher, magari con un sistema per personalizzarli in modo da averli differenti l’uno dall’altro ma capisco che questo si scontri con l’ambientazione originale. è il motivo per cui sono dubbioso in generale sui gdr basati su franchise famosi perchè raramente funzionano. non è il problema di the witcher: potrei dire altrettanto della terra di mezzo o Guerre stellari.

  • Modena Play è passato. C’è qualche novità a riguardo?

    Ciao 🙂

  • Si io ho giocato per un pò a Guerre Stellari e per la mia esperienza, o nessuno gioca il Jedi o tutti gli altri passeranno il tempo ad invidiare l’unico Jedi del gruppo.
    Ho paura che sarà lo stesso su The Witcher, anche se forse essendoci tanti character fighi nell’abientazione oltre ai witcher, la cosa potrebbe essere diversa.
    Spero almeno 😀

  • Riesumo per chiedere se “il gatto sul fuoco” pensa di farne prima o poi una recensione 🙂

    Ciao 🙂

Che cosa ne pensi?