Le mie House rules per 13th Age

Concludo questa settimana dedicata a 13th Age descrivendo quali house rules utilizzo,visto che mi era stato chiesto. Noterete che sono poche: buona parte delle house rules, ricadono in due categorie

  • regole che non vengono applicate perchè appesantiscono il gioco
  • regole non necessarie perchè possono essere sostituite da un “buon dialogo” fra giocatori (considero anche il master un giocatore)

Le stesse house rule generiche del blog, sono per lo più tabelle di eventi inteso come spunti di gioco, come benzina per la mia creatività piuttosto che hard rules…

Vantaggi/svantaggi

Utilizzo le regole sui vantaggi/svantaggi adattati a 13th age come descritto qui. A differenza della 5ed, tendo a utilizzarle in minore quantità preferendo il +-2 delle regole di 13th Age.

Avendo una matematica molto semplice ed elementare, con bonus normalmente molto bassi (+1/+2) l’unica reale conversione sarà nelle condizioni, dove helpless, and stunned fornirà la condizione di vantaggio all’avversario mentre weakened fornirà svantaggio a chi ne è afflitto. In generale sto utilizzando i vantaggi/svantaggi più come premio per una buona descrizione o come utilizzo di un 5-6 sulle icone che come sostituto delle regole già presenti. Giocando alla 5ed ho notato che la regola dei vantaggi/svantaggi ha il problema che è un bonus/malus molto pesante: avere svantaggio praticamente rende quasi inutile tirare il dado per cui preferisco utilizzarlo solo per determinate condizioni come quelle descritte sopra. 

Modifiche sulle Icone

Il sistema delle icone, essendo molto astratto, può piacere ad alcuni giocatori mentre è difficoltoso per altri per cui ispirandomi a Sly Flourish, ho inserito degli effetti precisi da aggiungere a quelli già presenti nel manuale, sul modello dei punti fato presenti in molti gdr.

Utilizzi del 5 sulle icone

Successo su un check abilità o un T.S (tranne quelli sulla morte)

Trovi una pozione o un altro oggetto minore.

+2 a un tiro per colpire

Qualunque effetto di un 6 ma a un costo (il master attiva una complicazione gratuitamente)

Leggi anche:  Il gatto sul fuoco e i doni della morte

Utilizzi del 6 sulle icone

Successo su uno stunt automatico

Trovi un oggetto magico oppure un pezzo del tuo equipaggiamento si rivela tale.

Hai vantaggio su un tiro per colpire.

Superi automaticamente un ostacolo (una trappola oppure convinci le guardie a farti passare,etc). Naturalmente il giocatore dovrà fornire una spiegazione sul modo.

house rules 13th Age

Combattimento astratto

Uno degli aspetti che preferisco di 13th Age è che è costruito per essere utilizzato senza mappa. Altre versioni di D&D sono utilizzabili utilizzando “il teatro della mente” ma avendo incantesimi o effetti basate su distanze reali (siano metri o piedi) spesso si creano dei malintesi, il classico “ma il mio ladro non era lì perciò non prende i danni dalla palla di fuoco”. Non è niente di che: un gruppo di giocatori tranquilli risolverà queste situazioni senza problemi ma oggettivamente avere un sistema d distanze astratto evita molte di queste discussioni. L’unico problema è che di tanto in tanto anche il sistema di distanze astratte può creare qualche malinteso perciò ho trovato questa “mappa” astratta molto utile.

Livello difficoltà combattimenti

La tabella per calcolare la difficoltà dei combattimenti è a livelli bassi tarata verso il basso per cui uno scontro costruito secondo le regole tende a essere molto facile per cui normalmente tendo a inserire qualche mostro in più per rendere lo scontro equilibrato. Quando si raggiunge il rango champion, la tabella ritorna a essere bilanciata di nuovo.

Oggetti monouso

Numenera ha particolarmente valorizzato il concetto degli oggetti magici monouso, i cypher, per dare varietà alle classi senza dover inserire nuove regole. Ho trovato su Clarkolsonsmith una lista molto carina che li adatta a 13th Age.

Ti è piaciuto l'articolo?
Metti mi piace alla nostra pagina Facebook!

Seguici su Twitter !

3 Comments

  • Attualmente prefirisci giocare a 13th age o a D&D 5? Può sembrare una domanda banale ma mi piacerebbe sapere cosa trovi in un gioco e cosa nell’altro.

  • Attualmente mi sto trovando bene con 13th Age per cui non ho interesse a cambiare regolamento anche perchè le cose che mi hanno colpito favorevolmente di D&D5ed, le sto implementando senza grossi problemi in 13th Age.

    Per ora sto giocando a D&D5ed come giocatore. Mi sto divertendo perchè il gruppo è valido e il regolamento fa il suo dovere però ammetto che il sistema non mi ha colpito così tanto da volerci investire tempo e denaro. Credo che sia un edizione di D&D adatta a quei gruppi “bruciati” dalle precedenti edizioni che vogliono una versione più casual.

    Ci sono alcune cose che non mi piacciono e sarebbe un discorso lungo che non riguarda soltanto il gioco in se ma anche determinate scelte della Wizards a livello di uscite.

Che cosa ne pensi?