Nostalgia la flotta nomade (Monad System) 1
Tempo di lettura: 4 minuti

Note di Gatto sul Fuoco: sono stato contattato da The World Anvil che mi ha chiesto di recensire il loro regolamento, il monad System e Nostalgia, la flotta nomade la prima ambientazione pubblicata. Sarebbe stato logico partire dal recensire per primo il manuale base con le regole e dopo Nostalgia, però leggendo questo manuale ho notato che la parte delle regole è molto ridotta e molto narrativa, rendendolo quasi systemless per cui potevo tranquillamente partire dall’ambientazione. 

Impostazione e grafica

Nostalgia è un libro di 344 pagine a colori con il classico sfondo bianco a due colonne mentre ci sono numerosi Box di approfondimento neri con caratteri bianchi. Il manuale ha numerose illustrazioni quasi tutte a colori alcune delle quali a tutta pagina.

L’impaginazione e in generale l’impostazione è molto classica ma in senso positivo perchè riesce a coniugare un gradevole aspetto estetico con una grande facilità di lettura, cosa che non è facile da trovare perchè molte volte trovi manuali belli esteticamente ma pesanti da leggere o viceversa. Ho trovato invece la scelta dei caratteri e dello sfondo molto riposante per i miei poveri occhietti 🙂 

Le illustrazioni sono di alta qualità mentre mi ha lasciato un pò perplesso la copertina che è di pregevole fattura ma che secondo me non rende l’ambientazione sci fi. Questa copertina mi fa pensare più a un gdr horror moderno alla Cabal oppure Kult e non a quest’ambientazione.

Ambientazione

Come ho scritto all’inizio il manuale ha pochissime regole e perciò il 90% delle 344 pagine sono dedicate all’ambientazione. Per farla breve in un futuro prossimo l’umanità abbandona la terra oramai sull’orlo della distruzione su delle arche aliene, navi gigantesche alla ricerca di mondi in cui ricostituire una nuova patria. Dopo svariati millenni gli esseri umani compresi le razze mutanti e quelle sintetiche hanno dimenticato lo scopo originale dopo la caduta del governo centrale per cui ogni arca è per la stragrande maggioranze degli abitanti il loro mondo. Il manuale dettaglia perciò queste arche dal funzionamento alla tecnologia, dalle creature che ci vivono alle varie società, credi e filosofie diffuse al loro interno.

L’ambientazione di Nostalgia è bella e interessante con un sano mix di originalità e citazioni. é un ambientazione estremamente dettagliata: su 340 pagine almeno 300-320 sono di descrizione pura. Potreste regalare questo manuale a un amico non interessato al gioco di ruolo ma appassionato di fantascienza e quasi sicuramente gradirebbe molto. In un intervista, l’autore aveva specificato che aveva puntato a inserire “il doppio del materiale che si trova normalmente nei manuali base” e si può dire tranquillamente che non era una sparata. Inoltre molto del materiale può essere utilizzato anche in altre ambientazioni simili. Per esempio, quando ho iniziato a leggerlo il mio primo pensiero è stato mescolarlo con Evolution Pulse con cui ha alcune affinità almeno a livello di influenze narrative. Un altro aspetto positivo di Nostalgia è il fatto che riesca a mantenere una certa coerenza stilistica ma allo stesso tempo una notevole varietà di avventure possibili. Si possono tranquillamente giocare avventure basate sull’esplorazione alla Blame, investigative, horror, etc senza grossi problemi poichè i vari livelli delle arche dopo secoli in cui sono rimasti separati possono essersi sviluppati in mille modi differenti. Questo permette ai master di poter inserire i propri contributi senza stravolgere il mood del mondo di gioco.Nostalgia la flotta nomade (Monad System) 1

Regole

Le regole sono sparse in vari capitoli e descrivono la varie “razze” Humana, Seroii, Anima, Non-El, Stigma e Fulgor, e le varie fazioni come la fratellanza Darash, Laceron rinato, la chiesa di Crucimon, le maschere, i custodi della soglia, la stirpe di Thea, gli adoratori della roccia, i manto scarlatto, le ombre, l’orchestra e la colonna Traiana. C’è un capitolo dedicato all’equipaggiamento e un bestiario con alcune delle creature presenti sulle arche, dai droni a abomini di vario genere.Nostalgia la flotta nomade (Monad System) 5

Come ho scritto in precedenza le regole sono molto leggere per cui non c’è lo stacco netto fra capitoli “narrativi” e capitoli di regole tipiche di gdr con più Crunch come D&D. é apprezzabile il fatto che le razze cerchino di uscire fuori dai classici stereotipi degli “elfi nello spazio-nani nello spazio.etc” spesso presenti in ambientazioni sci fi del gdr.

Giocabilità

Un aspetto fondamentale di un manuale di ambientazione, sopratutto se è un ambientazione molto complessa, è la capacità di rendere “facile e giocabile” le informazioni che il manuale presenta. Nostalgia utilizza alcune tecniche come presentare un livello di esempio, Juutan in cui sono descritti e presentati png, fazioni e vari spunti di gioco e uno scenario introduttivo oltre a una sezione molto valida del master. Una critica è però sulla struttura del manuale che è certamente molto leggibile e adatto a un lettore occasionale ma al prezzo dell’utilità di gioco. Per esempio non è chiaro quali informazioni del manuale siano conosciute da un personaggio appena generato e quali no. Una soluzione sarebbe stata dividere le informazioni in due sezioni, una del giocatore e una del master come nei vecchi atlanti di D&D. Sfortunatamente ciò renderebbe il manuale meno chiaro per un lettore casuale perchè determinate informazioni sarebbero divise in due sezioni del manuale differenti.

Nostalgia la flotta nomade (Monad System) 6è interessante notare perciò una dicotomia fra un manuale leggibile che segue uno schema “logico” A-B-C-D etc e un manuale giocabile che parte per primo dalle informazioni conosciute dai pg sviluppandole in cerchi concentrici in base a quello che possono scoprire in gioco. Nostalgia sceglie il primo approccio ma cerca comunque di alleggerire questa dicotomia inserendo sia aiuti di gioco come mini setting ed avventure introduttive sia fornendo lo “schema mentale” con cui l’autore ha progettato l’ambientazione che comunque richiede un notevole sforzo da parte dei giocatori e dei master per poterla assorbire al meglio. 

  • Presentazione e grafica
  • Ambientazione
  • Regole
  • Giocabilità
4.4

Summary

Nostalgia la flotta nomade è una notevole ambientazione, molto raffinata ed estremamente complessa che funziona al meglio in campagne lunghe. Il manuale, oltre ad essere estremamente curato a livello grafico, ha una piacevole leggibilità, rendendolo adatto anche a un lettore occasionale oppure a un master che voglia semplicemente saccheggiarlo.

Ti è piaciuto l'articolo?
Seguici su Facebook!

Seguici su Twitter !