Awaken: la vendetta su Exalted

Isola Illyion è un noto portale dedicato alle tematiche nerd come fumetti,videogame e gdr. Awaken, un gdr creato da un team croato e tradotto poi in inglese tramite kickstarter è il loro primo manuale, da editori.

Quando ho letto l’annuncio, devo ammettere che ne sapevo veramente poco. è praticamente impossibile seguire le centinaia di gdr che escono ogni anno in inglese. Ho fatto quindi la cosa più ovvia: ho scaricato una demo, un quickstart gratuito in inglese per farmi un idea.

La mia prima impressione è stata: è il World of darkness fantasy, la vendetta su Exalted.

Awaken: 2

Quando uscì Exalted, il gdr fantasy della White Wolf, come molti fan mi aspettavo il loro “stile” però in chiave dark fantasy. Siccome nel World of Darkness, i personaggi sono molto potenti, si sarebbe potuto finalmente giocare Elric e non il contadino sfigato malato di lebbra, ucciso dal mostro alla seconda sessione, tipico dei gdr dark fantasy del periodo.

Invece uscì questo

Awaken:

Voglio precisare prima di essere linciato dai fan che come ambientazione Exalted mi piace, però era l’esatto opposto di quello che mi aspettavo.

Awaken: 1Credo che gli autori di Awaken abbiano avuto una reazione simile. A differenza mia però hanno “creato” la loro versione di Exalted con lo stile che i fan si aspettavano all’epoca.

Awaken: 3I personaggi sono vasalli, umani “risvegliati” con grandi poteri fisici e mentali. Divisi in ordini come i religiosi del circolo o gli orgogliosi Siebog devono fronteggiare sia nemici esterni come i Vargans sia gli intrighi interni nel classico stile WOD.

Anche le regole ricordano molto il WOD: attributi+ abilità con valori da 1 a 5 la cui somma fornirà un pool di dadi da 6 da tirare. Ogni 5-6 è un successo. Ci sono poi degli attributi speciali: fortuna, coraggio e volontà che potranno fornire dadi extra o successi automatici. Ogni Pg ha dei poteri magici che possono però corromperlo. Naturalmente il sistema di combattimento ha varie sottoregole: sono quelle tipiche di un gdr.

Leggi anche:  Di Savage Worlds, Rifts e la rivincita del generico

Il regolamento è estremamente classico, molto anni 90. A me non piacciono molto quel tipo di regolamenti però c’è una forte fetta di giocatori, sopratutto quelli di scuola Vampiri, a cui piace quell’impostazione e probabilmente troveranno le regole di Awaken di loro gusto.

A livello grafico Awaken è estremamente bello sia come impaginazione che come illustrazioni. Questa è una caratteristica tipica dei gdr europei che tendono a essere più “raffinati” rispetto a quelli americani.

Il mio parere

Questa non è una recensione per il semplice motivo che non ho il manuale sottomano. Ho semplicemente sfogliato un quickstart di poche decine di pagine. La scelta di “rifare” Exalted in chiave WOD classico è intrigante, portandosi dietro pregi e difetti di quello stile. Questo paragone con Exalted potrebbe essere visto come una critica ma sono convinto che l’originalità sia sopravalutata. Il problema non è se Awaken è Exalted dark fantasy. Il problema è capire se l’ha fatto bene……

Ti è piaciuto l'articolo?
Seguici su Facebook!

Seguici su Twitter !

4 Comments

  • Che dire? Speriamo che sia bello!
    I regolamenti troppo “vecchio stile” non mi mandano più in sollucchero come un tempo e i multidadi si portano dietro un certo potenziale di lentezza nella risoluzione, ma quel tipo di ambientazione mi affascina un po’ e le illustrazioni che hai postato sono belle 🙂

    • le illustrazioni sono veramente mbelle però è troppo anni 90 come regolamento per i miei gusti personali 🙂 è un gdr ibernato e scongelato or ora….

  • Interessante. Ti pongo però questa domanda: andando all’osso della questione, qual’è la differenza sostanziale tra il vecchio e il nuovo? Chiaramente parlo da profano. Masterizzo da quasi vent’anni ma del mondo tecnico ne mastico be poco!

    • Ciao, prima di rispondere alla tua domanda voglio fare una precisazione. parlo di tendenze generali per cui ci saranno sempre delle eccezzioni. I regolamenti più recenti tendono a essere più leggeri a livello di regole: basta confrontare D&D5ed con D&D3.x per comprendere la differenza d’impostazione. un altra differenza è più alla base: i regolamenti “classici” cercano di simulare la “realtà”, cercano di rispondere alla domanda: quantè probabilità ho di saltare il fosso? i regolamenti più recenti cercano invece di simulare il genere di riferimento. Faccio un esempio pratico: in molti regolamenti classici il pg se ferito gravemente ha dei forti malus alle azioni, creando una spirale in negativo. In 7th Sea 2ed che è uscito ora in italiano se sei ferito gravemente hai dei bonus perchè nel genere di riferimento che è Zorro, Pirati dei Caraibi,etc la scena tipica è l’eroe che subisce la ferita dal cattivo, tutto sembra perduto ma l’eroe diventa più forte e riesce a sconfiggere il cattivo. in generale il sistema deve premiare e favorire le giocate tipiche del genere. In un gioco alla vampiri le regole dovrebbero premiare il personaggio doppiogiochista e infame. Naturalmente nessuno delle due concezioni è migliore a priori. ogni gruppo sceglierà quello che trova più adatto o divertente per i propri gusti.

Che cosa ne pensi?