Il segreto di Walter White (usare il fatal flaw nei gdr)

Le serie TV posso aiutarci come master perché la loro struttura assomiglia molto a una campagna. Hai una storia principale, magari inframezzata con storie minori e ogni puntata equivale a una sessione. è interessante notare come i protagonisti più riusciti, come Walter White di Breaking Bad o Sherlock abbiano tutti qualcosa in comune:

il fatal flaw, il difetto fatale. La definizione “accademica” è questa:

“E’ la resistenza al cambiamento e alla crescita che il personaggio genera (o per volontà sua, o per altri motivi esterni) che potrebbe portare a conseguenze “fatali”.

Il segreto di Walter White (usare il fatal flaw nei gdr) 1Questo blocco psicologico impedisce al personaggio di trionfare senza problemi. Il Fatal Flaw di Walter White è l’orgoglio che si mette in mezzo, creando le complicazioni che insieme ai fatal flaw degli altri personaggi manderanno avanti la trama.

Spoiler

è l’orgoglio che gli impedisce di accettare l’aiuto degli Schwartzes, di smettere la sua “carriera” anche quando ha raggiunto la sicurezza economica, di accettare di essere il numero due sotto Gustavo Fring come gli ricorderà Mike prima di essere ucciso

[collapse]

Questo crea un conflitto personale in cui lo scopo non è soltanto superare un ostacolo fisico o un antagonista ma anche affrontare il proprio fatal flaw.

Il segreto di Sherlock e Walter White (usare il fatal flaw nei gdr)Pensiamo a Rocky Balboa. Hai un conflitto fisico, la sfida con Apollo Creed e uno interiore, dimostrare a se stesso il proprio valore. Vincere il conflitto interiore è più importante del conflitto fisico: Rocky Balboa perde contro Apollo Creed eppure è il vincitore morale. è interessante notare che il fatal flaw di Apollo Creed sia l’esatto opposto, la superbia che lo porterà a sottovalutare Rocky. Può essere interessante costruire in questo modo il fatal flaw dell’antagonista per creare un legame narrativo ed emotivo con il protagonista.

Inoltre il fatal flaw rende il personaggio più “simpatico”. è difficile provare empatia per qualcuno troppo perfetto mentre è più facile immedesimasi in qualcuno troppo orgoglioso o superbo o impulsivo perchè ci ricordano i nostri difetti.

é importante ricordare che il fatal flaw non è un difetto oggettivo ma personale. Walter White ha problemi economici e un tumore maligno ma nessuno di esso è un fatal flaw.

Come usare il fatal flaw nei gdr

Negli ultimi anni alcuni gdr hanno inserito tecniche narrative nelle proprie regole. In italiano spiccano Fate e 7th Sea, quest’ultimo vincitore del premio come gioco di ruolo dell’anno 2017. fate_core_cover180In Fate, l’equivalente del fatal flaw è il “problema” parte fondamentale e prioritaria della costruzione del Pg con numerosi esempi per utilizzarli in gioco. In 7th Sea, ogni Pg sceglie un arcano, un tarocco che influenzerà la personalità. L’arcano ha due aspetti: la virtù, quella positiva e l’hubris, quello negativa che è il tipico fatal flaw. Un Pg potrebbe essere ambizioso o arrogante o una testa calda pronta a gettarsi in situazioni pericolose.

Leggi anche:  La piccola bottega delle idee (House rules)

Il segreto di Walter White (usare il fatal flaw nei gdr) 3In entrambi i gdr, quando si gioca il problema/hubris a proprio danno riceviamo un “premio”, in Fate un punto fato, in 7th Sea un punto eroe. Si può adattare questa impostazione anche ad altri gdr. Possiamo usare la lista di Hubris di 7th Sea, facendone scegliere uno ai giocatori, fornendo un premio adeguato quando viene giocato a proprio sfavore. Altri gdr hanno regole simili come D&d5ed, dove nella scelta del background si prende anche un difetto che “ruolato” fornirà un punto ispirazione. La differenza è che i difetti mostrati nei background del manuale del giocatore non sono sempre considerabili “fatal flaw” per cui conviene parlarne con il giocatore, creando un “fatal flaw” adatto al Pg.

Pregi e difetti 

Molti giocatori troveranno questo sistema “costrittivo” per cui conviene “provarlo” per alcune sessioni prima di adottarlo. é fondamentale lasciare al giocatore la scelta se ruolare o no il proprio fatal flaw. Tutte le meccaniche citate sopra premiano il giocatore se ruolano il fatal flaw ma non lo penalizzano se non lo fanno. Un Pg arrogante può controllare il proprio difetto come riusciamo a farlo noi con i nostri. Il fatal flaw può essere utilizzato per avere campagne molto libere in cui le scelte dei giocatori potranno e dovranno stravolgere l’avventura come anche per il railroading. Ho notato che i giocatori tenderanno a utilizzare il fatal flaw per ottenere i punti fato-eroe-drama extra per cui si può inserire scene ben precise per “spingere” la trama in una certa direzione.

Un esempio pratico

Riprendiamo l’esempio di struttura base di campagna che avevo presentato e cerchiamo di trovare dei fatal flaw adatti ai personaggi di esempio: Gunnar e Alexis.(consiglio di aprire l’altro articolo per seguire bene il ragionamento)

Gunnar ha come scopo la vendetta sul negromante. Quale Fatal flaw potrebbe essere adatto? Il metodo più semplice è prendere la sua motivazione e usarla in eccesso. Gunnar è ossessionato dalla vendetta, portandolo a buttarsi in situazioni pericolose pur di sconfiggere il negromante.

Alexis ha varie scelte:

  1. prendendo esempio dagli hubris di 7th Sea, potrebbe scegliere come hubris: divisi dal destino per descrivere l’amore non corrisposto per Valeria-Olga. Questo s’incrocia molto bene con Ulrik che ha come fatal flaw il legame con lei, creando un perfetto legame emotivo fra PG e antagonista, aspetto positivo per un buon antagonista. Inoltre crea un interessante contrasto con il fatal flaw di Gunnar: un fatal flaw legato all’odio e uno all’amore. Nelle mani di giocatori maturi può creare interessanti spunti d’interpretazione.
  2. Un classico fatal flaw di un mago è ambizioso. Desidera il potere? o la gloria? Anche qui, creiamo un legame con un suo antagonista, Tyrian che ha  il medesimo fatal flaw. In che cosa sono differenti? Inoltre questo fatal flaw rende il personaggio suscettibile alla corruzione. Cosa succederà se il negromante cercasse di corromperlo?
  3. Si potrebbe scegliere un tratto caratteriale lontano dal classico stereotipo del mago come “impulsivo“.
Leggi anche:  Fuga di mezzogiorno (gli inseguimenti nel gioco di ruolo)

Le mani sulla campagna (incrociare i background per creare l'avventura) 1La scelta del fatal flaw cambierà completamente l’interpretazione di Alexis e anche il conflitto morale che affronterà durante la campagna.

Prendiamo adesso lo scheletro d’inizio campagna presentata in precedenza

  1. Alexis e Valeria/Olga si ritrovano a Burskin, dove incontrano Gunnar.
  2. Ulrik cerca di arrestare Gunnar e allo stesso tempo eliminare Alexis perché sa troppo.
  3. Alexis, Valeria/Olga e Gunnar scappano e si dirigono probabilmente all’accademia per mettersi in contatto con Galen.
  4. Galen gli fornisce una serie di missioni per risvegliare vento sangue mentre Tyrian cerca d’intercettarli per impadronirsi della spada.

Possiamo notare che nelle prime tre voci, sicuramente possono entrare due Fatal flaw: l’ossessione per le vendetta di Gunnar e l’amore per Olga/valeria di Ulrik. Gunnar potrebbe rischiare la cattura perchè accecato dalla vendetta mentre Ulrik cercherà di non uccidere Gunnar per non ferire i sentimenti dell’amata. Il fatal flaw di Alexis potrebbe entrare in campo in base a quale ha scelto. Divisi dal destino potrebbe entrare in campo se Olga/Valeria fosse in pericolo. Ambizioso lo metterebbe in contrasto con Gunnar mentre con impulsivo, accadrebbe l’esatto contrario. è evidente che mentre le prime due voci dello scheletro d’inizio campagna non saranno influenzate dal fatal flaw, la terza voce potrebbe cambiare completamente. Per esempio i nostri eroi potrebbero essere catturati da Ulrik e in quel caso il suo fatal flaw potrà servire per “salvare i personaggi”.

Ti è piaciuto l'articolo?
Metti mi piace alla nostra pagina Facebook!

Seguici su Twitter !

Che cosa ne pensi?