L’anno dei re-boot: il ritorno di Kult

L'anno dei re-boot: il ritorno di Kult 1Anche il gioco di ruolo, quest’anno, è stato travolto dall’esplosione dei reboot e dei remake.

Siamo partiti dal remake-seguito di Ravenloft, poi 7th Sea e oggi è iniziato il kickstarter di Kult, uno dei gdr più controversi mai scritti.

Il punto di forza di Kult è certamente l’ambientazione cupa e horror. Gli uomini sono divinità imprigionati nei corpi mortali dal demiurgo, il dio cristiano che però recentemente è sparito nel nulla. La realtà, la prigione illusoria che c’imprigionava si sta sfaldando mentre angeli e demoni, i nostri carcerieri oramai privi di controllo, vagano nelle strade. I personaggi, perdendo l’equivalente della sanità mentale, squarceranno il velo dell’illusione, cercando di ritornare a essere divinità per raggiungere Metropolis la vera città originale.

In pratica l’ambientazione, una delle più affascinanti che abbia mai letto, è un misto fra Matrix ed Hellraiser. Le regole invece sono considerate il punto debole essendo complicate e macchinose sopratutto perchè i gdr horror, puntando più all’atmosfera che alla “sfida” tattica, tendono a essere invece molto leggeri e narrativi per favorire l’immersione dei giocatori.12140585_1497193410580447_4664769334101501412_n

La nuova versione di Kult ha fatto invece una scelta interessante poiché utilizzerà una versione modificata dell’apocalypse engine, il PBA, uno dei sistemi indie di maggior successo. Questo sistema è stato utilizzato come motore in decine di gdr fra cui spicca Dungeon World il più famoso almeno in Italia. Sono molto curioso di vedere la sua implementazione in Kult per due motivi:

  1.  Kult è un ambientazione storica del gioco di ruolo ed è quindi interessante vederne una versione indie. Negli ultimi anni, gdr come 13th Age, l’Unico anello e Numenera hanno infranto la barriera fra i gdr classici e quelli indie.1)Imbrattabit ha coniato la definizione di neo-trad per loroKult sarebbe il primo gdr classico ad abbracciare questa impostazione.
  2. I gdr che usano il motore PBA, tendono a essere estremamente leggeri a livello di ambientazione. Di solito, l’ambientazione si crea durante la campagna stessa utilizzando tecniche semi-collaborative. Kult ha invece un ambientazione forte, ben delineata, e sarà quindi interessante vedere cosa ne uscirà fuori.
Leggi anche:  Non premiate i giocatori per il gioco di ruolo

Le anticipazioni sul sistema non sono tantissime: per quanto riguarda la creazione dei pg potremo scegliere degli archetipi prefatti tipo detective, criminale o scienziato oppure costruirli da zero, utilizzando le regole avanzate.

[Senzanome]

Per quanto riguarda il sistema di risoluzione, come ho scritto sopra, sarà una versione modificata del PBA. Gli autori hanno presentato delle preview delle mosse tipiche del gioco come investigare.

Quando investighi su qualcosa tira d10+intelletto. Se hai successo(15+), ottieni tutti gli indizi e in aggiunta puoi fare 2 domande dalla lista sotto. 10-14 fai una domanda ma per l’informazione pagherai un costo: hai bisogno di qualcuno o qualcosa per ottenere tutte le risposte oppure devi metterti in una situazione di pericolo o sacrificare tempo o risorse. 9- puoi fare una domanda ma ti esponi a un rischio o un costo. Inoltre il narratore potrà utilizzare contro una mossa debole o dura.

Domande:

  • Come posso trovare ulteriori informazioni sull’argomento?
  • Cosa mi consiglia il mio istinto?
  • C’è qualcosa di strano riguardo l’argomento o l’oggetto dell’investigazione?

Per quanto riguarda il comparto grafico sembra di alta qualità come potete notare dalle immagini che ho inserito nell’articolo.

Per maggiori informazioni potete andare direttamente sul sito di Kult oppure sulla pagina del kickstarter

Ti è piaciuto l'articolo?
Metti mi piace alla nostra pagina Facebook!

Seguici su Twitter !

Note    [ + ]

1.Imbrattabit ha coniato la definizione di neo-trad per loro

Che cosa ne pensi?