Recensioni

Recensione di Evolution Pulse (Fate)

Evolution Pulse è un’ambientazione fantascientifica-post apocalittica uscita in italiano per Fate, ispirata a manga come Blame o anime come Ergo Proxy ma con influenze anche da opere occidentali come Matrix e Mutant Chronicles.

Impostazione e grafica

Il manuale è in formato A5 a una colonna in bianco e nero con una grafica minimalista e illustrazioni molto “sporche” che ricordano lo stile di Blame. Ogni capitolo inizia con un breve log/racconto per fornire “l’atmosfera cupa” dell’ambientazione.

Il manuale si legge bene ed è scorrevole. La carta e la rilegatura sono di buona qualità. Sulle illustrazioni non sarò obiettivo perché io adoro lo stile alla Nihei1)l’autore di Blamee per questo ho inserito nell’articolo numerose illustrazioni in modo che possiate farvi un idea. Non sono un fan dei racconti a inizio capitolo stile anni 90 però sono molto brevi  per cui riescono a trasmetterci l’atmosfera dell’ambientazione senza annoiare. 

Ambientazione

In un lontano futuro viene scoperto un misterioso artefatto alieno, la black box, che attivandosi, permette agli Hekath, entità generate da una specie di “antimateria” che divora e corrompe la realtà, di penetrare nel nostro mondo. Le tre principali I.A creano delle safe zone, per proteggere gli umani rimasti. L’ambientazione è volutamente descritta a grandi linee lasciando libertà al master di personalizzarla e fornire risposte a una serie di domande: cos’è esattamente la black box? Cosa vogliono gli Hekath e perché stanno cercando umani dal gene puro, oramai rarissimi? Quali sono i reali scopi delle I.A?

L’ambientazione è un miscuglio ben costruito d’idee e spunti da vari fonti rendendolo un mondo action “classico” che però fornisce molti spunti di gioco di ruolo. Personalmente gradisco le ambientazioni poco dettagliate e personalizzabili però se vi piace lo stile alla Forgotten Realms dove ogni singola zona del mondo è descritta nei minimi particolari, potrebbe non piacervi. Va comunque ricordato che quel tipo di dettaglio richiederebbe manuali “massicci” mentre Evolution Pulse con un numero limitato di pagine e un formato tascabile riesce a presentare un ambientazione giocabile.

Le “classi”

Ognuna delle I.A ha sviluppato un determinato tipo di soldato, l’executor, per svolgere missioni nelle zone perdute, un enorme mega dungeon cibernetico abitato da umani mutanti o Hekath. Essi hanno vari poteri basati sull’energia Hekath per cui da una parte sono l’ultimo bastione dell’umanità, dall’altra attirano gli Hekath stessi.

  • Proxy: cloni umani geneticamente potenziati capaci di manipolare la realtà intorno a loro dal creare armi di vario genere a modellare il pavimento come barriera stile “last airbender”
  • Hyonos: creature modellate da pura energia e dotate di poteri stile paladino ma soprattutto della capacità di andare in “fase” scomponendo il loro corpo e ricomponendolo.
  • Hydrah: i Borg dell’ambientazione, misto umano/macchina capaci d’impiantarsi pezzi cibernetici sul loro corpo o modificare macchinari per i loro scopi.
  • Obscura: non sono legati a nessuna delle tre I.A ma sono umani “infettati” dagli Hekath e dotati perciò di poteri simili con il rischio di diventare alla fine come loro.
Leggi anche:  Come non scrivere una recensione di un gioco di ruolo

Mi sono piaciuti molto questi archetipi per i poteri molto “fighi” 🙂 e tramite i talenti è possibile ricreare tutti i tipi di personaggi degli anime di riferimento e in generale di personalizzare molto il pg. Allo stesso tempo ognuno di loro ha un “difetto” molto interpretativo. Per esempio i Proxy hanno la memoria impiantata per cui c’è il dubbio che non siano ricordi “reali” creando quindi ottime opportunità di gioco di ruolo. 

Gli Hekath

Nel manuale sono presenti vari esempi di Hekath dagli alpha, la classica carne da cannone ai beta, tipici mostri da scontro di fine sessione per arrivare agli MK Gamma, i più potenti e dotati di una vera e propria personalità. Ci sono inoltre regole per costruire o personalizzare gli Hekath.

Una buona ambientazione action deve avere avversari interessanti e gli Hekath sono ottimi in questo senso. I beta hanno abilità divertenti mentre i Gamma sono ben caratterizzati rendendoli adatti come antagonisti di “lungo corso”; inoltre quelli presentati non si limitano a essere soltanto macchine da guerra ma ci sono abili manipolatori o addirittura creature quasi da film Horror, ampliando il tipo di avventure possibili.

La sezione del master

Gli ultimi capitoli sono dedicati al master con altri possibili antagonisti e consigli per gestire sia brevi avventure sia campagne lunghe.

È una buona sezione perché cerca di rendere i punti di forza del regolamento e dell’ambientazione. Molto interessante è la sezione per utilizzare i lost, gli umani delle zone perdute, come pg perché permette di giocare campagne a livello di potere più basso rispetto a quello base.

Supporto

Sul sito possiamo trovare schede prefatte di pg, un avventura, una mini ambientazione e una nuova classe: l’adepto della quiescenza, un monaco guerriero che può manipolare il tempo. Inoltre a Lucca uscirà un’espansione con nuovi Hekath e talenti e capacità per gli executor oltre a una variante per giocarlo in solitario

Note finali

Evolution Pulse è una bella ambientazione costruita in maniera intelligente: spesso capita di trovare gdr che per voler essere originali a tutti i costi, si rivelano praticamente ingiocabili se non per poche sessioni. Evolution Pulse invece ha una grande quantità di spunti di gioco e di avventure possibili rendendola un ambientazione molto longeva. 

Ti è piaciuto l'articolo?
Metti mi piace alla nostra pagina!

Seguici su Twitter !

Note    [ + ]

1. l’autore di Blame