Sei manuali in cerca di master: la Guardia dei Topi 1
Notizie

Sei manuali in cerca di master: la Guardia dei Topi

Quando la Wyrd ha annunciato la pubblicazione del gioco di ruolo della Guardia dei Topi sono rimasto sorpreso: il gdr precedente Numenera è indubbiamente d’alta qualità come dimostra la vittoria al gioco di ruolo dell’anno, ma è allo stesso tempo un gioco “sicuro” sia per l’ambientazione sia sopratutto per l’autore, Monte Cook, che è una garanzia a livello di successo. Proporre la Guardia dei Topi è una scelta coraggiosa perchè si propone un gioco bello ma particolare, diciamo d’autore e con valori di produzione molto elevati grazie a un boxed set ricchissimo di contenuti.

Sei manuali in cerca di master: la Guardia dei Topi 2

Basato sull’omonimo fumetto, La Guardia dei Topi presenta un ambientazione simil medievale in cui però i protagonisti sono una comunità di topolini senzienti che devono proteggere la propria comunità dai pericoli esterni che siano altri animali o il tempo atmosferico (un alluvione può letteralmente distruggere la loro comunità). A difenderli a ogni costo c’è la guardia dei topi, un pò moschettieri, un pò ranger.

Cthulhu wins, you lose... 4
Uno scontro con un gufo può rivelarsi epico come uno scontro contro un drago ma senza i vantaggi di avere armi magiche o incantesimi

La Guardia dei Topi non è un gioco di eroi fighi ma è sicuramente un gioco sull’eroismo perchè i pericoli che dovranno affrontare sono enormi, quasi insormontabili e il sistema aiuta molto a renderlo. Per esempio la creazione del personaggio non sarà la classica distribuzione dei punti nelle caratteristiche o abilità ma rispondendo a delle domande sulla background del proprio pg, a quali legami o situazioni si è trovato in passato, si determineranno le caratteristiche del pg. In questo modo, i pg risulteranno molto curati a livello narrativo e sopratutto molto legati alla comunità in cui vivono: insomma niente eroi orfani e senza background tipici di molti gruppi. Molto dettagliata è anche la parte psicologica grazie ai belief (ciò in cui credi) e gli istinti (quello che fai istintivamente) che forniranno dei benefici se interpretati. é un sistema semplice ma efficace tanto che i designer di D&d5ed si sono ispirati a essa per le regole sull’ispirazione.

Sei manuali in cerca di master: la Guardia dei Topi

Una nota particolare va al sistema di combattimento che riesce a essere semplice ma molto tattico. All’inizio del round i giocatori decidono quale azione fra attacco, difesa, finta e manovra scegliere e altrettanto farà il master con un impostazione simil sasso, carta, forbici. Questa impostazione è utilizzabile anche in situazioni differenti dagli scontri sociali ai viaggi,etc

Molto importante è il Downtime, la parte fra un avventura e l’altra, di solito molto trascurate nei gdr che invece qui come nell’Unico Anello è ben caratterizzato. infatti nella sessione invernale ogni personaggio davanti al fuoco racconterà le gesta di un altro personaggio e in base al racconto si alzeranno determinati tratti o abilità.

Un altra parte molto curata è la creazione degli insediamenti che gestisce in maniera molto semplice tutta una serie di fattori dalla posizione alle risorse, dalla forma di governo ai possibili pericoli, permettendo di avere numerosi spunti di gioco.

In conclusione, la Guardia dei Topi è certamente un gioco bello e interessante e se a parlare bene di un gioco sui topini è un Gatto sul Fuoco, vuol dire che merita 🙂

Ti è piaciuto l'articolo?
Metti mi piace alla nostra pagina!

Seguici su Twitter !

3 comments on “Sei manuali in cerca di master: la Guardia dei Topi

Comments are closed.