Metti, una sera giocando a Glorantha (13th Age) 3
Notizie

Metti, una sera giocando a Glorantha (13th Age)

Una delle discussioni più frequenti fra i giocatori di ruolo, soprattutto quelli di D&D è quella legata a quale sia la migliore ambientazione fantasy: per alcuni Forgotten Realms, per altri Dark Sun o Planescape,e chi suggerisce mondi non legati a D&D come Earthdawn o Talislanta. Un ambientazione spesso citata in queste discussioni grazie alla sua complessità e originalità è Glorantha, una delle più antiche1)la prima stesura dell’ambientazione è del 1966, mentre nel 1978 Runequest introdusse Glorantha nel gdr e longeve del gdr, spesso paragonata insieme a Tekumel alla terra di Mezzo per l’estrema cura e dettaglio. Glorantha è un fantasy bronze age, o poiché prende ispirazione dall’età classica basandosi sulle culture greche, celtiche, indiane piuttosto che sullo pseudo medievale tipico delle ambientazioni di D&D. plate02final_800x633_72dpi_50pc

Uno degli aspetti più caratteristici è certamente quello religioso, estremamente curato per cui ogni culto ha dogmi, giorni sacri, filosofie, miti, ecc rendendolo “reale” e non soltanto una scusa per fornire “nuovi poteri fighi” al chierico come spesso sfortunatamente accade nel gdr. Anche i piani non materiali sono particolarmente curati poiché il creatore, Greg Stafford autore tra l’altro anche di Pendragon2)Greg Stafford si può tranquillamente considerare uno dei padri del gdr avendo fondato la Chaosium (Cthulhu per intendersi), scritto Pendragon ed avendo collaborato alla stesura di Runequest, Ghostbusters e Prince Valiantè un appassionato e studioso di sciamanesimo. Ancora oggi Glorantha è una delle ambientazioni più curate da questo punto di vista.plate04final_800x633_72dpi_50pc

In Glorantha sono presenti le razze tipiche del fantasy come elfi, i nani, i troll e i draconici ma ognuna ha un twist particolare che la rende differente e unica3)In uno dei supplementi, fu presentato anche una specie di uomo con le zampe palmate tipo papera, dimostrando che anch’essa, come ogni ambientazione per il gdr, ha le sue notevoli cadute di gustobonus03final_800x1010_72dpi_50pc

Nonostante sia considerata una delle ambientazioni più belle mai create, Glorantha non è molto giocata sia per la complessità sia perché legata a regolamenti belli come Runequest ma di nicchia e per questo l’annuncio di una versione per 13th Age, scritto proprio dai suoi autori Tweet e Heinsoo, grandissimi appassionati di quest’ambientazione potrebbe essere l’occasione per farla conoscere a un numero più ampio di giocatori.plate03final_800x633_72dpi_50pc

Il manuale comprenderà nuove classi e adattamenti delle classi del manuale base di 13th Age, oltre che alla descrizione dell’ambientazione con un particolare riguardo a Dragon Pass, una regione che sarà utilizzata come punto di partenza per i master principianti. Il kickstarter per finanziare il manuale partirà il 27 agosto.plate08final_800x633_72dpi_50pc

 

Ti è piaciuto l'articolo?
Metti mi piace alla nostra pagina!

Seguici su Twitter !

Note    [ + ]

1.la prima stesura dell’ambientazione è del 1966, mentre nel 1978 Runequest introdusse Glorantha nel gdr
2.Greg Stafford si può tranquillamente considerare uno dei padri del gdr avendo fondato la Chaosium (Cthulhu per intendersi), scritto Pendragon ed avendo collaborato alla stesura di Runequest, Ghostbusters e Prince Valiant
3.In uno dei supplementi, fu presentato anche una specie di uomo con le zampe palmate tipo papera, dimostrando che anch’essa, come ogni ambientazione per il gdr, ha le sue notevoli cadute di gusto

Comments are closed.