Intervista con il Pg

Una delle idee più interessanti di 7th Sea è l’utilizzo di una serie di domande durante la creazione del personaggio per renderlo più “vivo”, non soltanto un insieme di numeri e poteri; questa tecnica chiamata delle “20 domande” nasce nei corsi di scrittura creativa ma funziona molto bene anche nei gdr. Una cosa che ho notato è che le 20 domande si possono suddividere in una serie di sotto categorie che mi appresto a elencare qui sotto.7th_Sea__Vodacce_by_TereseNielsen

“il vestito” del personaggio

Le prime domande servono per descrivere meglio il Pg a livello di “colore”. Sono domande molto tranquille per rilassare il giocatore ed aiutarlo a entrare nel “personaggio”.  Essendo descrittive funzionano bene alla presenza degli altri giocatori perché li permetterà di immaginare meglio il Pg.

1)      Come ti chiami?

2)      Come ti descriveresti fisicamente?com’è il tuo abbigliamento?

3)      Hai qualche peculiarità fisica o caratteriale?

4)      Hai un piatto preferito?

“i legami” del personaggio

Il secondo gruppo di domande serve per inquadrare il pg, tramite i suoi legami emotivi. Avere una famiglia, amici, etc a mio giudizio lo rende più vivo. Molti giocatori creano Pg privi di legami, i classici orfani senza famiglia, divenuti un cliché del gdr. Questa tendenza deriva sfortunatamente dall’atteggiamento di molti master di utilizzare i legami familiari per bastonare/ obbligare i pg. È un peccato perché un personaggio non nasce nel vuoto. Pensiamo soltanto all’influenza sulla nostra personalità della famiglia, gli amici, i colleghi di lavoro, etc. Se il vostro Pg fa l’avventuriero che si infila nei dungeon, qual è stata la reazione della famiglia? Cosa ne pensava vostro padre? Era un avventuriero anche lui? Se credete che un personaggio con legami familiari sia noioso e limitante, ricordatevi di loro

download (15)

o  loro

breaking_bad_slider

Cercate di premiare invece i giocatori che vanno fuori da questo schema.

5)   Sei sposato, fidanzato? Che cosa provi per il tuo partner? Hai figli? Se no perché?

6)   I tuoi genitori sono ancora vivi?se sì, come sono? Se no, cosa gli è successo?

7)   Chi sono i tuoi migliori amici? Chi invece ti odia e perché?

Il “carattere” del personaggio

Un altro aspetto fondamentale del Pg è il suo carattere e la sua morale perché può essere interessante sfidare e mettere alla prova le sue convinzioni.

8)      Come ti descriverebbero i tuoi genitori?e i tuoi amici?

9)      Qual è il tuo scopo principale?

10)   Che cosa temi di più?

11)   A chi va la tua lealtà?

12)   Quando hai perso il controllo delle tue emozioni e perché?

13)   Hai un incubo ricorrente? Se sì, descrivilo… 1)chi ha giocato a Deadlands riconoscerà in questa domanda una tecnica molto carina che svilupperò in uno dei prossimi post

14)   Se posto di fronte alla scelta di salvare la persona amata o un gran numero di sconosciuti, cosa faresti? 2)il dilemma di spider man

15)   Sei religioso? Se sì, in cosa credi?

Consiglio di rifare queste domande a campagna inoltrata per vedere eventuali cambiamenti.

Il “mondo” del personaggio

Queste sono domande fondamentali perché sono sull’ambientazione, spingendo il giocatore a riflettere su di essa e a incorporarla nel Pg; inoltre permettono di capire quali aspetti dell’ambientazione interessano di più e quindi quali andranno approfonditi e valorizzati, dandoti suggerimenti su che avventure fare. Le domande andranno create in base all’ambientazione. Per esempio in 13th age verteranno sulla sua cosa unica e sulle icone mentre in un Cyberpunk sul suo rapporto con la tecnologia e le corporazioni.

Linee guida generali

Il questionario funziona bene sulle campagne lunghe in cui l’aspetto interpretativo sia fondamentale. In una campagna hack and slash sarebbe palesemente inutile. Potete usare una chat o l’email, ma a mio giudizio l’ideale sarebbe un faccia a faccia in modo che il giocatore interpreti direttamente il Pg iniziando a svilupparne interpretazione. Inoltre in un faccia a faccia in base alle risposte si potranno fare ulteriori domande approfondendo così le risposte date. È importante ricordare che il questionario serve come strumento di approfondimento, non come gabbia per i giocatori. Nella realtà le persone sbagliano, cambiano idee e si evolvono. Se un giocatore fa un’azione contro il suo background, è più interessante chiederne le motivazioni piuttosto che penalizzarlo.

Questa tecnica mi piace molto ma non la considero la migliore in senso assoluto. Avete altre tecniche? Se sì, quali? Mi piacerebbe conoscere la vostra opinione ed esperienza.

Ti è piaciuto l'articolo?
Metti mi piace alla nostra pagina!

Seguici su Twitter !

Note    [ + ]

1.chi ha giocato a Deadlands riconoscerà in questa domanda una tecnica molto carina che svilupperò in uno dei prossimi post
2.il dilemma di spider man

4 comments on “Intervista con il Pg

  1. Interessantissime riflessioni. L’elenco delle domande te lo rubo all’istante, da oggi ogni pg nella mia campagna nascerà da questo tipo di intervista.

    P.S.: salvo la persona amata. Si fottano gli sconosciuti. Non sarò mai un supereroe.

  2. comodo ‘sto questionario ^_^

    aggiungerei una domanda però: perché vuoi/devi partire all’avventura?
    oltre ad altre domande legate alle varie ambientazioni

  3. molto interessante, è un buono spunto anche per i png. però lo trovo un metodo un po’ “impegnativo” per i pg, che spesso non hanno molta voglia di pensare alla famiglia del proprio personaggio o non hanno molto le idee chiare sui dettagli della vita passata. io con gli ultimi pg ho dato da scegliere alcuni spunti veloci che mi sono venuti in mente su cui poi poter scrivere una breve biografia del personaggio…
    copio e incollo:
    Esiliato:sei stato allontanato per motivi politici ingiusti dalla tua patria e ora ti guadagni da vivere come puoi
    Avventuriero:classico personaggio in cerca di avventure
    Veterano: hai partecipato ad una lunga guerra che ti ha segnato nel profondo, ma anche se ora sei in congedo non riesci a smettere di combattere
    Protettore: hai giurato di essere fedele e di seguire un tuo compagno a cui devi la vita
    Ricercato: sei ricercato in uno o più regni per dei gravi crimini
    Prescelto: ti è stato detto di essere il predestinato per un grande destino e adesso stai cercando di capire quale sia
    Mercenario: offri i tuoi servizi a chi ti paga meglio, e porti sempre a termine il tuo compito
    Rifugiato: il tuo regno o la tua città sono state distrutte da una guerra o da un attacco di qualche nemico, ora cerchi un nuovo posto da poter chiamare casa
    Predicatore: il tuo credo e la tua religione sono la verità assoluta che tutto il mondo deve conoscere, e tu spargi il verbo
    Sterminatore: la tua missione di vita è distruggere un tipo particolare di creature che per te rappresenta l’incarnazione di ogni male
    Tradizione: è tradizione per la tua gente o la tua famiglia che si compia un lungo viaggio per il mondo prima di poter tornare ricco di esperienze
    Riscatto D’onore: un onta di vergogna ti ha fatto abbandonare il tuo luogo di origine, finchè non potrai tornare a testa alta tra la tua gente vaghi per il mondo in cerca di fama e gloria.
    Rinnegato: sei stato cacciato dal tuo popolo o dalla tua famiglia per motivi ingiusti o per superstizione, fatto sta che ora sei solo.
    Ricercatore/Studioso: ti interessa studiare antiche rovine e civiltà perdute
    Redenzione: i peccati della tua vita passata continuano a tormentarti e ora cerchi di guadagnare il favore del tuo nuovo dio
    Amnesia: non ricordi niente del tuo passato, sai solo che ti sei ritrovato una notte a vagare per terre sconosciute e adesso stai cercando di ricordare
    Vendetta: hai un nemico giurato che stai cercando, ma non hai ancora nessun indizio
    Spia: sei una spia di qualche regno mandata in incognito a studiare il nemico
    Missionario: il senso della tua vita è aiutare il prossimo

    1. il metodo presentato funziona bene esclusivamente per campagne molto lunghe. mi piace molto il tuo sistema perché è semplice ma sicuramente di aiuto ai giocatori

Comments are closed.