Non fidarti dei maghi nemmeno quando sono trafitti dalla tua spada
House Rules

Non fidarti dei maghi nemmeno quando sono trafitti dalla tua spada

Uno dei classici cliché dello Sword and Sorcery è il concetto che la magia sia un potere difficile da controllare; infatti nel finale tipico il negromante viene ucciso dall’eroe e il potere magico, oramai fuori controllo, fuoriesce dal corpo morente distruggendo la torre e costringendo l’eroe a fuggire. Come può essere utilizzato in D&D?

raiders_of_the_lost_ark_2

Quando un mago muore, esiste la possibilità che le energie magiche non più controllate creino degli effetti pericolosi; tirate quindi sulla tabella per vedere cosa accade. Il mio consiglio è di non utilizzare la tabella per tutti i maghi ma solo per quelli particolarmente forti oppure legati a forze oscure, tipo un negromante o un evocatore di demoni. È importante ricordare che un mago che attiva questo effetto dopo la morte, non potrà essere resuscitato se non con il caro e vecchio “desiderio”. Se utilizzate 13th age, considerate questa capacità come un “nasty specials”; con un’altra versione di D&D, consiglio di alzare il grado di sfida o il valore in Px come se fosse un “mostro” di un livello superiore.

Tabella morte del mago tira 1d8

1) Il corpo del mago si trasforma in cenere e un vento misterioso apparso dal nulla, sparge i resti nella stanza.

2) Il corpo del mago si trasforma in uno sciame d’insetti che attacca chiunque sia nelle vicinanze.

3) Il mago era legato a forze demoniache. Un demone o diavolo appare per impadronirsi della sua anima. Il master deciderà se si limiterà a raccogliere l’anima e andare via, oppure cercare di uccidere i presenti o offrire i suoi servigi in cambio delle anime dei PG. Se i PG erano amici del mago morto, potranno contrattare per l’anima del mago. Qualcuno di loro sa giocare a scacchi? In questo caso se vincono, sarà l’unica possibilità in questa tabella di poter resuscitare il mago.

4) Una maledizione colpisce il suo uccisore. Gli effetti della maledizione sono lasciati alla “crudeltà” del master. In 13th Age consiglio di usare i background negativi.

5) La terza notte dopo la morte del mago, il suo corpo se non distrutto ritorna come spettro che cercherà vendetta su amici e nemici. Per il tipo di non morto sceglietene uno con un grado di sfida/valore pari al livello del mago.

6) Ka-boom il corpo del mago esplode in una poderosa palla di fuoco. I personaggi vicini al mago sono colpiti da una palla di fuoco con il centro sul mago stesso.

7) Il mago e tutte le creature vicine sono pietrificati. In D&D i PG possono fare un tiro salvezza contro pietrificazione o tempra. In 13th age faranno dei last gasp saves

8) La morte del mago è accompagnata da prodigi, visioni e portenti come un’improvvisa eclisse solare o altro effetto miracoloso. Il significato di questi prodigi è lasciato al master.

Ti è piaciuto l'articolo?
Metti mi piace alla nostra pagina!

Seguici su Twitter !

7 comments on “Non fidarti dei maghi nemmeno quando sono trafitti dalla tua spada

  1. Aaah, mi piacciono sempre i maghi fetenti, specie quelli che quando “muoiono” lasciano un ricordo speciale del loro passaggio.
    Un’altra idea che apprezzo è quella di un’ondata di energia che risucchi la vita in tutto ciò che c’è intorno al mago per un miglio, infliggendo danni scarsi ai giocatori ma prosciugando la vita di qualsiasi essere vivente come piante e animaletti, e lasciando una larga area di desolazione tutto intorno.

    1. si, la tabella è solo uno spunto. un altro esempio è la scena alla indiana Jones con fulmini a catena che colpiscono amici e nemici :). un aspetto interessante di questa tabella è che rende i maghi veramente pericolosi fino alla fine. non puoi sapere che cosa ti puoi aspettare…

      1. Se il mago è un tipo particolarmente spiritoso, alla sua morte potrebbero partire dei raggi qua e là che tramutano i presenti in animaletti di vario tipo… sai che risate! hahahhaha

  2. Quì si lancia l’idea del mago-oggetto: Lancia il mago morente sugli orchetti, fallo esplodere coreograficamente con grande scempio di nemici e resuscitalo per un nuovo emozionnte utilizzo.
    Don’t try this at home 🙂

    1. funziona meglio col barbaro in ira…
      Poi esplodendo potrebbe ingigantire gli orchetti superstiti… no, no, meglio salvaguardare la scarsa salute del mago

Comments are closed.